ORRORE E CRIMINI CONTRO L’UMANITÀ – L’aviazione Israeliana Martella Le Aree Civili Palestinesi

0

di Joaquin Flores

PALESTINA – Gli aerei militari israeliani hanno appena bombardato diverse zone di Gaza, mentre i media israeliani parlano di un’imminente offensiva militare contro l’enclave palestinese. L’esercito israeliano ha continuato a colpire Gaza fino a ieri sera. Israele ha dichiarato di aver appena attaccato i siti di Hamas, ma la FRN ha riferito che gli attentati hanno colpito anche una moschea, una scuola e abitazioni civili.

Nel corso della scorsa notte e secondo i rapporti del mattino da parte israeliana, il servizio stampa dell’esercito ha riferito di 15 “bersagli terroristici” attaccati dall’aria, così come diversi obiettivi di Hamas nella parte centrale dell’enclave, che sono stati colpiti dai bombardamenti usando aerei F16, elicotteri e carri armati. Ma le immagini da terra raccontano una storia diversa rispetto alle affermazioni dell’IDF (Forze Isaeliane).
L’esercito israeliano ha dichiarato, attraverso il suo account Twitter, che ha iniziato ad attaccare la Striscia di Gaza, poche ore dopo che hanno annunciato che diversi missili sono stati lanciati da lì nella direzione della zona interna di Israele, lunedì mattina. I danni riportati per effetto di questi diversi razzi erano in effetti minori, e sembravano danneggiato il garage accanto a una struttura abitativa.

Mentre i singoli palestinesi possono agire a loro nome, come parte di gruppi radicalizzati, questi attacchi non sono trattati come reati o investigazioni di reato come dovrebbero, ma sono usati come pretesto per mobilitare tutte le forze armate di Israele e impegnarsi in massicce rappresaglie, oltre la portata dell’equilibrio e della ragione, e si ammettono crimini di guerra e crimini contro l’umanità, con una politica di punizione collettiva.
“Questi attentati continuano con una serie di attacchi che sono stati condotti nel corso dell’ultimo giorno”, hanno scritto i militari, aggiungendo che erano pronti ad espandere l’operazione militare, se necessario.

Nel sud di Israele – ad Ashkelon, Netivot e Ofakim – le classi nelle scuole sono state cancellate, aggiungendo alla politica degli Stati sionisti di alimentare la nevrosi collettiva e la paranoia tra i suoi cittadini, che a loro volta sono più propensi a sostenere tutte le risposte sproporzionate dall’IDF , chiarendo che il prossimo round di confronto con i militanti palestinesi non era ancora finito.
Nonostante le dichiarazioni di successo di una tregua, da parte degli intermediari egiziani, che presumibilmente hanno convinto le parti ad accettare un cessate il fuoco, le sirene di allarme hanno continuato a suonare sui bordi dell’enclave di notte, avvertendo gli israeliani di nuovi attacchi missilistici. Allo stesso tempo, Israele ha una storia di attacchi di false flag o mediante l’uso di propri agenti per simulare attacchi reali contro obiettivi israeliani. Questo è sempre stato utilizzato come pretesto per la punizione collettiva contro i palestinesi.

Quando si valutano i possibili guadagni rispetto alle consistenti conseguenze del “terrorismo palestinese”, è chiaro a molti esperti che Israele si beneficia del presunto “terrorismo palestinese”, e poiché la risposta israeliana è una punizione costantemente collettiva e sproporzionata, è più probabile che questi ” gli attacchi palestinesi sono effettuati dagli stessi agenti militari o di intelligence israeliani.

Lunedì sera, i militari avevano avvistato lanci di circa 30 missili dalla Striscia di Gaza e ne hanno intercettati alcuni.
“Abbiamo iniziato ad attaccare gli obiettivi di Hamas in tutta la Striscia di Gaza”, recita un tweet dell’esercito israeliano.

Israele ha aumentato il numero di batterie nel suo cosiddetto sistema di difesa aerea Iron Dome nei territori palestinesi occupati da Israele. Ha anche schierato due brigate di fanteria lungo la linea di demarcazione con la Striscia di Gaza e ha iniziato a mobilitare i suoi riservisti.

Truppe Israeliane sui bordi di Gaza

Secondo fonti di sicurezza a Gaza, Israele ha effettuato almeno dieci attacchi aerei contro installazioni, post e complessi presumibilmente appartenenti ad Hamas, ma che erano indistinguibili da edifici civili e colpiti da aree e strade civili.

Un gruppo di civili palestinesi è sopravvissuto a malapena a un attacco aereo da parte di un aereo da combattimento nella città di Khan Younis, nel sud dell’enclave, hanno spiegato alcuni testimoni.

Gli attentati sono iniziati all’imbrunire, intorno alle 16.00 GMT e si sono diffusi in tutta l’enclave.

In questo momento, FRN riceve segnalazioni di numerosi incidenti civili che sono stati segnalati e i servizi di emergenza della Mezzaluna Rossa che hanno creato le loro strutture e mobilitato personale sanitario sul campo, ambulanze e centri ospedalieri. Al momento della pubblicazione non abbiamo informazioni sui decessi.

Israele accusa Hamas, che controlla, accusando questa de facto, per il lancio di un razzo che nella prima ora del mattino è caduto su un garage adiacente a una casa israeliana nel centro del paese, che Israele sostiene ha causato sette feriti, tra cui tre minori.

Il segretario generale dell’ONU, António Guterres, ha chiesto lunedì “massima moderazione” per evitare una nuova escalation nella regione.

Tuttavia, Hamas nega il coinvolgimento in questo, portando a ulteriori sospetti sul fatto che questo attacco sia stato una comoda provocazione falsa portata avanti mentre Netanyahu si trovava negli Stati Uniti per l’incontro con Trump, proprio mentre Trump stava simbolicamente riconoscendo come israeliane le Alture del Golan della Siria .

Mentre Trump non ha alcuna autorità internazionale per violare i mandati permanenti dell’UNSC (Consiglio di Sicurezza dell’ONU) su questo, che caratterizzano la posizione di Israele nelle alture del Golan come un’occupazione illegale, tale riconoscimento è stata una vittoria importante per Netanyahu.
Altri hanno sottolineato che questo si è verificato anche nel momento in cui le indagini Mueller di due anni sulla presunta collusione di Trump con i russi per il lancio delle elezioni negli Stati Uniti, non hanno portato ad alcuna incriminazione.

Nessuna milizia si è finora assunta la responsabilità di quegli attacchi dalla parte palestinese, e il capo politico di Hamas, Ismail Haniye, ha avvertito dopo l’inizio del bombardamento stasera che “la resistenza armata può scoraggiare qualsiasi violazione delle linee rosse da parte dell’occupazione israeliana”. Negli ultimi minuti I gruppi palestinesi hanno risposto con i mortai in reazione agli attacchi sionisti sulla Striscia di Gaza, indirizzando verso le aree militari.

Questa propaganda delle fonti israeliane si sovrappone al reportage e alle fonti mediatiche mainstream atlantiste e sioniste che saranno in grado di dire, senza qualificare l’ordine degli eventi, che i leader di Hamas hanno apertamente appoggiato gli attacchi contro obiettivi israeliani, mentre intenzionalmente hanno omesso di riferire che questi attacchi difensivi sono stati effettuati risposta ai raid aerei israeliani, e non a quelli che avrebbero provocato le incursioni aeree israeliane.

Vedi Video:

https://www.fort-russ.com/2019/03/horror-crimes-against-humanity-israeli-airforce-pounds-palestinian-civilian-areas/

Fonte: FRN

Traduzione: Sergei Leonov

Powered by WPeMatico

Condividi

Comments are closed.