L’Inganno Globale premessa del nuovo regime dello scientismo sanitario

0

di Luciano Lago
Molta gente non si è ancora resa conto di quanto sia avanzato il progetto della Elite di limitazione degli spazi di libertà ancora presenti nel nostro paese. Il Covid-19 ha fornito il pretesto che cercavano le oligarchie dominanti per imporre il loro disegno di asservimento totale delle popolazioni agli interessi inconfessabili di questi gruppi di potere.
Quello che si sta verificando è il progressivo avanzare di una dittatura strisciante travestita da democrazia, che estende i suoi tentacoli in una forma subdola ed insidiosa che attacca gli essenziali diritti della persona attinenti alla libertà di cura e alla inviolabilità della persona, estendendo le limitazioni alla libertà di ricerca scientifica, alla pluralità di opinioni e arrivando alla censura di ogni forma di dissidenza.
La funzione essenziale di manipolazione delle menti dell’opinione pubblica viene svolta dai media asserviti, in particolare dalle TV e dalle fonti di informazione ufficiali che sono complici nell’effettuare l’oscuramento delle coscienze e la diffusione del relativismo che favorisce l’inganno e l’impostura sulla reale situazione che stiamo attraversando.
Non a caso vengono diffusi pareri discordanti di medici e specialisti circa la contagiosità e letalità del Covid-19 per confondere al gente e vanno in onda discussioni surreali a cui si alterna la pubblicazione di statistiche manipolate e inaffidabili che servono a diffondere il clima di psicosi collettiva.

Non sono però riusciti a nascondere la frattura che si è creata fra i pochi ricercatori e specialisti indipendenti che hanno smentito e criticato la diffusione di questa psicosi creata ad arte dagli appartenenti alla nomenklatura politico istituzionale e dai media mainstream.
Si procede spediti verso una dittatura sanitaria e terapeutica globale che viene favorita dalle scelte fatte dal governo italiano, del tutto asservito alle centrali dominanti, assecondando le linee terapeutiche stabilite dalle elite sovranazionali. La politica si dimostra subordinata allo scientismo dogmatico che è divenuto il nuovo totem della nostra epoca, la nuova religione del mondialismo, indiscutibile, assoluto e totalitario che prevede sanzioni dure per coloro che dissentono e che vengono definiti i “negazionisti”.
La situazione attuale ha fatto seguito a decenni di gestione autoritaria, burocratica e mercantile della medicina che ha di fatto esautorato il medico di famiglia, sostituendolo con scelte terapeutiche vincolanti, codificate da burocrati di nomina politica, instaurando un sistema di totalitarismo scientifico globale finalizzato agli interessi delle grandi corporations farmaceutiche e che si caratterizza per lo sfruttamento della sofferenza e della malattia.
Non è un caso che sia stato lanciato l’allarme già da tempo da acuni scienziati indipendenti, come il premio Nobel, prof. Randy Schekman (la Scienza è in mano a una casta) e altre autorevoli personalità, come Richard Horon, capoderattore della prestigiosa rivista medica Lancet, e vari altri specialisti.
Queste denunce dai toni drammatici dovevano servire a risvegliare una opinone pubblica addormentata e terrorizzata dalla campagna psicotica di massa che i media hanno ossessivamente lanciato per cloroformizzare l’opinione pubblica e indurla alla rassegnazione. La gente viene plagiata da questa campagna e rimane confusa e poco attenta alle contraddizioni che emergono dagli stessi messaggi diffusi dalle autorità.

Psicosi collettiva

Le autorità politiche hanno arruolato esperti e spin doctor per ottenere questo risultato, approfittando del basso livello di spirito critico ormai presente in buona parte della popolazione che è stata irretita e fuorviata da questa campagna. Le elite di potere hanno progettato tutto questo per perpetuare il proprio potere, favorire i grandi interessi collegati al settore farmaceutico , sanitario, come a quello degli alimenti geneticamente modificati (vedi gli interessi dei miliardari come Bill Gates in entrambi i settori), oltre al fondamentale obiettivo di mettere in piedi un gigantesco sistema di controllo sociale collegato al progetto di controllo sanitario.
Tracciamento obbligatorio, limitazione degli spostamenti, distanziamento sociale, abolizione del contante, sono alcune delle misure che si preparano per attuare il progetto oggi; per domani vaccinazione obbligatoria e probabile microchip sottocutaneo.
Soltanto in pochi hanno compreso che si prepara l’avvento di un grande riassetto globale (The Great Reaset) preannunciato da alcuni autorevoli esponenti della elite, che prevede l’instaurazione di un governo totalitario mondiale, travestito da democrazia che sarà caratterizzato dalla spinta ad esautorare i singoli governi nazionali e riportare le decisioni fondamentali a delle centrali sovranazionali, direttamente collegate agli interessi della elite economica dominante. Si tratta di una ristretta elite che si sovrappone ai governi eletti e sovrani delle nazioni sviluppate e che controlla gli organismi transnazionali attraverso i propri fiduciari.
Organismi come la Banca Mondiale, il FMI, la Commissione Europea, la Federal Reserve, l’OMS, l’Organizzazione mondiale del commercio (OMC), la “Trilateral Commission”, il “Council on Foreign Relations” (CFR), oltre alla stessa ONU ed alle agenzie collegate. Il vero potere risiede in questi organismi non più nei singoli governi. I componenti di tutti questi organismi si sovrappongono e si scambiano le posizioni attraverso un sistema di “porte girevoli”.

Il potere delle elites

Rimane ormai pochissimo tempo per prendere coscienza di quanto stanno tramando e del futuro che ci attende. Occorre che la gente si svegli e prenda consapevolezza dell’inganno globale che il potere, quello vero, sta tramando per prendere il totale controllo della popolazione.
Gli esponenti di governo sono solo pupazzi i cui fili vengono diretti dalle centrali di potere a cui abbiamo accennato sopra. Le direttive vengono trasmesse da quelle centrali e nessuno di questi politici si sogna di contraddire tali direttive ed anteporre l’interesse del popolo a quello dei potentati economici e finanziari che sono determinanti.

Opporsi significherebbe anche rischiare di persona e gli esempi non mancano nella storia recente di quei pochi coraggiosi che sono stati eliminati perchè d’ostacolo alla elite di potere , da Falcone, Borsellino ad Aldo Moro, Enrico Mattei e altri meno noti.
Come era successo per l’Euro, vedremo presto qualche illustre esponente della Elite che avrà presto occasione di affermare: “cosa si credeva la plebaglia europea che il nuovo regime scientista e sanitario sia stato creato per la loro felicità e sicurezza”?

Powered by WPeMatico

Condividi

Comments are closed.