Le forze Yemenite colpiscono una CENTRALE ELETTRICA NELL’ARABIA SAUDITA MERIDIONALE CON Un “MISSILE DA CROCIERA”

0

Per la seconda volta questo mese, gli Houthi dello Yemen hanno utilizzato quello che hanno definito un “missile da crociera” in un attacco contro una struttura strategica nel sud dell’Arabia Saudita.

Il nuovo attacco, avvenuto nelle ultime ore del 19 giugno, ha preso di mira una grande centrale elettrica nell’area di al-Shuqaiq nella provincia meridionale di Jizan, secondo la rete televisiva di al-Masirah.

Il generale Yahya Sari, un portavoce degli Houthi, ha affermato che il nuovo attacco missilistico è stato una risposta ai “continui crimini” della coalizione guidata dai sauditi e per l’assedio imposto allo Yemen.

“Ci sono grandi sorprese in arrivo, a Dio piacendo, attaccheremo le posizioni che sono più sensibili per il regime saudita se questo continua con le sue aggressioni ad aggravare [la situazione]”, ha aggiunto Sari.

La scorsa settimana, gli Houthi hanno anche lanciato un “missile da crociera” presso l’ aeroporto internazionale di Abha, nel sud dell’Arabia Saudita. Il missile ha colpito l’aeroporto con un’alta precisione, rendendolo fuori servizio e ferendo decine di civili.

Gli Houthi avevano già usato missili da crociera veri e propri. Nel 2017, il gruppo sostenuto dall’Iran ha lanciato quello che è sospettato di essere un missile da crociera Soumar iraniano contro la centrale nucleare di Barakah negli Emirati Arabi Uniti . Tuttavia, il missile aveva fallito pochi minuti dopo il lancio e si è schiantato nel nord dello Yemen. Da allora la tecnologia dei missili si è molto perfezionata.

La coalizione guidata dai sauditi non ha ancora commentato le affermazioni degli Houthi. Si sa soltanto che il principe Bin Salman è furibondo. Tuttavia, le prossime ore si mostreranno probabilmente maggiori dettagli sull’attacco.

Fonte: South Front

Powered by WPeMatico

Condividi

Comments are closed.