Intervista a Cosimo Massaro: ” perchè ho aderito al movimento Interesse nazionale Vox”

0

di Elena Quidello

Accade oggi che intellettuali coraggiosi, menti libere, come Diego Fusaro, Maurizio Blondet, Francesco Amodeo, Marco Mori (conosciuto per aver querelato la Boldrini e per averne ottenuto dal giudice sentenza straordinaria che conferma che ‘La Cessione di Sovranità è un reato), Nino Galloni, Cosimo Massaro, Valerio Malvezzi, Alberto Bagnai, Paolo Becchi e tanti altri supporters uniscono la loro voce a quella dell’economista Oliver Hart dell’Università di Harvard premio Nobel 2016 che dall’alto della sua autorevolezza chiede all’Unione Europea di restituire la sovranità ai popoli europei (altrimenti questa fallirà)..…,.
Nonostante le innumerevoli voci prevalenti di fanatici ancora legati a ideologie anacronistiche, oscurantiste, dittatoriali e persino denigratorie nei confronti della verità storica, questi intellettuali ed economisti hanno deciso di dire basta al ricatto, alla menzogna, alla speculazione e soprattutto dire BASTA AL SIGNORAGGIO BANCARIO, ovvero a quel sistema perverso, truffaldino, immorale che tiene i popoli schiavi di un debito inesistente ma generato da interessi che il gruppo più forte pretende di riscuotere dagli stati e da milioni di cittadini europei caduti nell’inferno della spirale del debito ngiustificato ed arbitario, dovuto all’ ingordigia della elite finanziaria.
Ci riferiamo a quella Elite Finanziaria, onnipotente e occulta, che ha cospirato per la creazione di una Unione Europea, trasformata in una sovrastruttura burocratica, sottoposta ai propri interessi, attraverso la quale sottrarre la sovranità della moneta per sostituirla con un’altra generata dal nulla tramite una banca chiamata BCE la cui sede, per volontà dell’Oligarchia finanziaria , si trova a Francoforte, ovvero in Germania, nazione questa a cui è stato dato l’incarico di supervisore e fiduciario per imporre le proprie scelte ed i propri interessi agli altri paesi, fra cui principalmente l’Italia per la sua specifica posizione di ricchezza e risparmio.
L’altra Italia si organizza e dice basta e creando un movimento alternativo denominato ‘VOX, che da voce a tanti intellettuali, filosofi, economisti, artisti, scrittori, giornalisti, e imprenditori, artigiani ….che chiedono Indipendenza, Sovranità, Libertà.
Aderisce a questo movimento anche lo scrittore pugliese, Cosimo Massaro, il quale, in un testo originale e molto efficace, il suo ultimo libro denuncia “USUROCEAZIA SVELATA” scritto con un linguaggio

semplice e chiaro, guida il lettore alla comprensione di cosa si intenda in realtà con il termine SIGNORAGGIO e quindi permette di capire come e perché l’Italia, considerata da sempre un paese virtuoso, stia raggiungendo, con la complicità di un governo sottomesso ai voleri del summenzionato ‘supervisore’, livelli di povertà assoluta.
Per comprendere come e cosa si possa fare per riprendere il controllo del paese e ritornare alla condizione pre- Unione Europea, lo chiediamo al nostro Cosimo Massaro che sulla questione euro ha scritto dei libri (vedi :La Moneta di Satana) ultimo dei quali appunto ‘USUROCRAZIA SVELATA’ con prefazione del dott. prof Alessandro Meluzzi:

Domanda 1
Oggi è nato un nuovo partito sullo scenario politico italiano, Vox Italia, ispiratoo dalla guida ideologica del filosofo Diego Fusaro e diretto dall’Avv. Francesco Toscano. Perché ha scelto di aderire al Direttivo Nazionale di questo nuovo soggetto politico?
Semplicemente perché in breve tempo ho visto coerenza e voglia di affermazione di tutte quelle Verità che mirano a liberarci dal grande inganno in cui tutti noi siamo caduti. Sono stato invitato a parlare alla costituente del partito senza censure e senza che mi venisse chiesto di iscrivermi per potere divulgare le mie idee. Sono in perfetta linea con l’idea di strutturare un partito con una classe dirigente altamente formata . Il mio primo impegno, all’interno del partito, sarà accentrato principalmente a dare la mia collaborazione a divulgare e a formare, oltre che in ambito monetario anche su tutte quelle altre tematiche trattate nei miei libri. Una classe dirigente onesta e preparata è di fondamentale importanza per generare veri Statisti.
Domanda 2
Usurocrazia , un termine che pochi avranno sentito pronunciare in politica. Può spiegarci cosa significa?
Il termine è stato preso in “prestito” dal sommo poeta statunitense Ezra Pound che aveva evidenziato dove risiedeva e risiede tutt’oggi il vero potere mondiale, il vero NEMICO di tutti i popoli del mondo, da Sud a Nord da Est ad Ovest, cioè L’USURAIO APOLIDE, quella classe dominante turbocapitalistica e senza frontiere.
Nelle mie conferenze cito sempre questa mia frase: “I padroni del denaro attraverso la moneta debito ci hanno sottratto il tempo e rubandoci il tempo ci hanno rubato la vita”
Domanda 3
Signoraggio Bancario, anche questo è un termine che le masse solitamente non pronunciano. Cosa s’intende per signoraggio e in che modo questo termine può essere collegato con la moneta euro?
Il termine signoraggio deriva dall’unione di due parole, “aggio” (guadagno) e “signore”, ed è un guadagno incassato da colui che in un determinato periodo storico detiene il potere di battere moneta. Anticamente, tale potere era conquistato e conservato soprattutto mediante l’esercito.
Oggi, questa prerogativa è detenuta esclusivamente dal sistema bancario (nel suo insieme tra banche centrali e banche commerciali) e precisamente per questo motivo si parla di signoraggio bancario.
Considerando solo ad esempio il signoraggio primario, questo consiste nella differenza tra il costo di produzione di una banconota e il suo valore nominale, con in più l’aggiunta di interessi.
Ad esempio, per stampare e produrre una banconota da 500,00 Euro servono pochi centesimi (circa 30 centesimi di Euro), tutto il resto è guadagno, mentre il costo di produzione è zero per tutta la moneta elettronica, creata attraverso la contabilità informatica. Tale guadagno viene oggi incassato quasi totalmente dal sistema bancario privato nel suo insieme, grazie ad una emissione monetaria fatta esclusivamente a debito e creata dal nulla.
Domanda4
Si sente dire spesso da economisti italiani e stranieri che il debito pubblico di un paese euro non potrà mai essere estinto se non con immensi e quasi impossibili sacrifici. Perché?
Il debito pubblico è considerato dagli stessi economisti inestinguibile. Comprendere l’origine del “debito” come la più efficace arma di conquista della storia è fondamentale, soprattutto quando questo debito non lo si potrà mai ripagare con altra moneta emessa sempre a debito. Pagare un debito con un altro debito è impossibile. Bisogna sapere che chi controlla l’emissione della moneta, possiede un’arma dalla potenza inaudita nella battaglia per il potere. Ezra Pound disse “ Un popolo che non si indebita fa rabbia agli usurai”.
Oggi abbiamo un debito pubblico che supera i 2400 miliardi di euro e in trent’anni abbiamo pagato più di 3000 miliardi di interessi passivi sul debito senza mai intaccarlo. I conti non tornano, questo non è debito ma truffa.
Domanda 5
Alcuni economisti coscienziosi e liberi nel pensiero sostengono che l’Euro è destinato a fallire. Potrebbero i popoli che con l’euro sono caduti in disgrazia ritornare un giorno al benessere pre-euro? Cosa fare?
Abbiamo bisogno di una moneta creata senza debito, funzionale a monetizzare tutta la ricchezza che già possediamo e che si rigenera ad ogni scambio. Questo farebbe ripartire immediatamente il nostro Amato Paese. Uno Stato deve poter emette una propria valuta che deve essere necessariamente di proprietà del popolo e non di strutture private. La moneta è il sangue dell’economia e serve a spostare e far circolare mezzi e servizi in un organismo sociale. Tutti noi italiani, messi insieme formiamo uno stato organico e abbiamo bisogno di sangue monetario per far circolare la nostra produttività. Ma qualsiasi organismo sano, per essere tale, deve possedere la qualità di creare il proprio sangue. Se non possiede questa caratteristica è sicuramente un organismo malato. Oggi il nostro organismo sociale ha una grave malattia, subisce una devastante anemia monetaria, non abbiamo la facoltà di emettere il nostro sangue, cioè moneta e non potendolo produrre siamo costretti a chiederlo in prestito al dio mercato, vendendo titoli del debito pubblico.

Ma la moneta che reperiamo dal mercato è sempre emessa a debito, quindi una moneta avvelenata dall’usura . Essa è come il sangue, deve avere sempre un giusto rapporto con il proprio organismo. Più prodotti si devono scambiare, più moneta dovremmo immettere nel mercato per far sostenere gli scambi. Se la produzione diminuisce si dovrà limitare la circolazione monetaria per tenerla sempre con il giusto equilibrio con la produzione e il numero di abitanti.”

Per approfondimenti: cosimomassaro.blogspot.com;
Elena Quidello

Powered by WPeMatico

Condividi

Comments are closed.