Il ministero degli Esteri russo considera oltraggiosa la decisione di consegnare l’oro del Venezuela a Juan Guaidó

0

Il governo del Venezuela ha catalogato come assurda la decisione dell’Alta corte britannica, che consente all’autoproclamato presidente in carica, Juan Guaidó, di accedere alle 31 tonnellate d’oro, del valore di $ 1 miliardo, che la Banca d’Inghilterra detiene in forma fiduciaria.

Dalla Cancelleria russa questa decisione è stata descritta come “scandalosa”.

“Notiamo con preoccupazione che l’Alta Corte di Londra ha deciso di riconoscere Guaidó come il” presidente ad interim “del Venezuela e di fornirgli l’accesso alle riserve auree di questo paese detenute dalla Banca d’Inghilterra. Questa decisione è scandalosa”, ha affermato in una nota. Portavoce ufficiale del ministero degli Esteri russo, María Zajárova.
La portavoce aggiunge che “per quanto si può capire dalla dichiarazione del giudice supremo, la corte di Londra non ha nemmeno provato a fare una valutazione legale delle affermazioni di Guaidó, ma ha semplicemente seguito la posizione dell’esecutivo britannico” .

Manifestazione in sostegno del Venezuela

“Vorremmo studiare con grande interesse gli argomenti legali dell’Alta Corte di Londra; tuttavia, sembra che questi argomenti semplicemente non esistano. La legge britannica tace quando è in gioco l’opportunità politica”, ha detto la Zajárova sul suo account Twitter.

(Fote da RT)
Nota: La nazione Britannica con questa sentenza convalida il furto dell’oro del Venezuela e rivela la sua antica indole predatoria e colonialista nei confronti dei paesi che non si assoggettano al dominio Anglo Americano.
Non meraviglia la decisione dell’Alta Corte Britannica totalmente subordinata alle direttive di Washington che aveva proclamato Guaidò, l’impresentabile fantoccio di Washington, autoproclamatisi presidente senza alcuna invesititura popolare.

Traduzione e nota: Luciano Lago

Powered by WPeMatico

Condividi

Comments are closed.