Bibbiano, per la Cassazione erano infondate le misure restrittive contro il sindaco Carletti

0

Nel verdetto i giudici hanno rilevato “l’inesistenza di concreti comportamenti” da parte del primo cittadino che possano fare scattare misure restrittive come l’arresto o l’obbligo di dimora. Nel dettaglio, la Cassazione ha ritenuto che non vi erano prove sulla possibilità di inquinamento probatorio così come non vi erano “elementi concreti” che lasciavano ipotizzare la reiterazione dei reati.
Continua a leggere

Powered by WPeMatico

Condividi

Comments are closed.