Venezia: l’isola ottagonale diventerà un glamping eco-chic

0

La laguna veneta è tutta straordinaria: le sue isolette, i suoi panorami, quell’aria romantica che attrae turisti di tutto il mondo. Ma c’è un’isola che, presto, potrà cambiare completamente volto: è l’Ottagono Ca’ Roman.

Sono quattro isolette, gli Ottagoni, e sono così chiamate da quando – nel 1571 – la Repubblica di Venezia decise di costruire su ciascuna una fortezza di forma ottagonale, che difendesse la laguna. Tra queste, l’Ottagono Ca’ Roman è stato fino ad oggi di proprietà del demanio. Col bando “Valore Paesi-Fari”, ecco che ha invece cambiato proprietario: ad aggiudicarselo è stato l’imprenditore sanbenedettese Tablino Campanelli, che ha promesso di investire – inizialmente – 495 mila euro per il restauro conservativo delle fortificazioni, oggi in stato d’abbandono.

Sull’isola, ad ora, sono presenti una postazione di guardia, un bunker risalente alla II Guerra Mondiale e una piattaforma circolare di cemento armato, utilizzata come sede dell’artiglieria. In stato di abbandono e di grave degrado, con strutture pericolanti al suo interno, ora l’Ottagono Ca’ Roman sarà trasformato. Il progetto presentato da Campanelli, “Residenza dei capitani – Glamping style”, prevede la costruzione di un glamping che permetterà agli ospiti di vivere a contatto con la natura, ma all’interno di sistemazioni chic.

«Glamping style è una nuova tendenza che rivede il vecchio modo di fare campeggio: sempre a contatto con la natura ma in modo chic. È una versione di lusso del vecchio campeggio. Glamping è un termine anglosassone nato dalla fusione delle parole glamorous e camping per indicare i campeggi di lusso dotati di ogni comodità, che non dimentichino però attenzione e rispetto per l’ambiente. Tanto per fare un esempio, le tende del glamping sono simili a quella che montò Gheddafi nella sua visita a Roma nel 2009» ha raccontato Campanelli ad Adriatico24Ore.

Così, ora, un pezzo di Venezia potrà tornare allo splendore che merita. Se ne potrà conoscere la sua storia, si potrà soggiornare sul suo territorio approfittando di una soluzione d’alloggio che – in Europa e nel mondo – sta piacendo sempre di più. Una soluzione alternativa agli alberghi di Venezia, per un’esperienza immersiva e insolita.Powered by WPeMatico

Condividi

Comments are closed.