Usa trasferiscono terroristi del gruppo anti-iraniano Mko in Iraq

0

IRAQ-Un alto legislatore iracheno ha rivelato che Washington ha trasferito di nuovo un certo numero di membri del gruppo terroristico Mojahedin-e Khalq Organization (Mko) in Iraq, e sta addestrando i membri del gruppo nelle sue basi.

Mohammad al-Baldawi, un rappresentante del partito al-Bina al parlamento iracheno, intervistato sabato scorso dall’agenzia di stampa al-Ma’aloumeh, ha dichiarato che gli Stati Uniti hanno riportato alcuni terroristi Mko in Iraq e lo sta addestrando presso le sue basi nelle parti settentrionali del Paese arabo.

“Gli Stati Uniti stanno tentando di destabilizzare l’Iran e il Medio Oriente dopo il suo ritiro dalla Siria, mentre i campi militari degli Stati Uniti ospitano membri dell’Mko e vengono addestrati e armati per attuare un complotto contro l’Iran”, ha avvertito il politico iracheno.

Mojahedin del pop, terroristi antiiraniani

L’Mko, fondato negli anni ’60, ha condotto attacchi contro cittadini e funzionari iraniani dopo la Rivoluzione Islamica del 1979 nel tentativo di assumere il controllo della Repubblica Islamica appena costituita. Ha ucciso diversi leader iraniani nei primi anni dopo la Rivoluzione, tra cui l’allora presidente Mohammad Ali Rajayee, il primo ministro Mohammad Javad Bahonar e il capo della magistratura Mohammad Hossein Beheshti.

Il gruppo è fuggito in Iraq nel 1986, dove è stato protetto da Saddam Hussein. I mercenari hanno aiutato il dittatore iracheno a sopprimere le insurrezioni sciite e curde nel Paese. Il gruppo terroristico si è anche unito all’esercito di Saddam durante la guerra irachena imposta all’Iran (1980-1988), ed ha ucciso migliaia di civili e soldati iraniani durante la guerra irachena sostenuta dagli Stati Uniti contro l’Iran.

Fonte:ilfarosulmondo.it

Powered by WPeMatico

Condividi

Comments are closed.